Siti
Navigare Facile

Itinerari di Viaggio

Le Città

Non possimo che partire da Tunisi, capitale e cuore pulsante della Tunisia.

Città antichissima di fondazione antecedente a Cartagine, Tunisi racconta nelle sue geometrie urbane il cammino compiuto nella storia.

Nella città convivono, nettamente distinti, i passaggi epocali vissuti dal luogo; la  Medina, patrimonio dell'Umanità dell'Unesco risalente al VII secolo d.C è intrisa delle atmosfere di un passato lontano tutto vissuto fra vicoli e passaggi angusti, con abitazioni semplici ma spesso dalle incredibili decorazioni.

Le vie della Ville Nouvelle sono la storia che avanza e cambia il volto di una città che nel XX secolo conobbe lo stile Europeo del quale è così forte l'impronta da sembrare una città nella città.

Lo sviluppo demografico successivo ha portato alla naturale crescita della zona periferica con gli insediamenti più recenti che designano un ulteriore zona, ancora diversa denominata Gourbivilles.

Sono tante ed importanti le cose da vedere a Tunisi, sicuramente la Moschea Zitouna, all'interno della Medina, visitabile solo in parte, è uno dei luoghi di culto più antichi ed importanti del mondo Arabo. 

Apprezzabili anche gli edifici di culto dedicati alla cristianità, uno fra tutti la Cattedrale di Saint Louis in stile Bizantino realizzata nel 1890.

Imperdibile il Museo del Bardo che conserva una collezione straordinaria di mosaici Romani unica al mondo per quantità e stato di conservazione. Fatevi trascinare dalle atmosfere dai chiassosi suk e assaporate nella vostra visita questo insieme complesso ma integrato di elementi culturali e sociali tanto diversi.

Al centro della Regione una delle città più meritevli storicamente è sicuramente Kairouan. Fondata nel 670 per 'Islam questa città è annoverata subito dopo la Mecca,  Gerusalemme e Medina.

La Grande Moschea è il monumento indubbiamente più importante del luogo, la sua realizzazione risale al 670 d.C. Di grande interesse anche se non particolarmente agevole da raggiungere è il Museo di Arte Islamica  e il Museo dell'Onat.

Spostandoci nel zona sudovest della Tunisia per gli amanti del deserto partiamo dalla piccola cittadina di Tataouine.

Altrimenti nota come la porta del Sahara oltre ad essere un centro molto caratteristico con un chiassoso e colorato mercato all'aperto e un ottimo punto di partenza per cedere alle suggestioni dei paesaggi desertici e dei villaggi berberi che in questa zona si alternano spesso in maniera imprevista.

Il periodo più indicato per visitare questa zona della Tunisia è sicuramente fra la fine dell'inverno e la primavera, quando le temperatura risultano più accettabili. Imperdibile un'escursione alla scoperta degli Ksour.

Lasciando la città in appena 20 km arriverete a Ksar Ouled Soltane, ancora abitata a differenza dei tanti forti abbandonati che avrete incontrato lungo il tragitto.

Proseguendo arriverete al Ksar Ouled Debbah e ancora all'antica Douirat dove potrete apprezzare gli insediamenti trogloditi scavati nella montagna.

La città di Tozeur si trova ad un passo dal deserto del Sahara, sorge infatti in un oasi caratterizzata da un incredibile palmeto.

Si tratta di un importante centro culturale e religioso in cui vivono circa 33.000 persone. Abitata fin dall'antichità, si ritiene che le sue orini siano Berbere, fu colonia Romana e presto divenne fondamentale come punto di passaggio dei traffici commerciali. Nel XIII secolo Tozeur divenne musulmana e vennero realizzate sul suo territorio due moschee.

L'archiettura del luogo è sempre stata caratterizzata dall'impiego di mattoni gialli e marroni che insieme alle grandi foglie di palma sono i tratti distintivi delle architetture del luogo; lo scenario ideale per apprezzarle è un giro nel centro antico di Ouled El Hwadef.

Dove